Giro ad anello del Monte Canto a Pontida – Bergamo

51{icon} {views}

In occasione del nostro sesto anniversario di fidanzamento che è il giorno di San Valentino abbiamo organizzato un weekend fuori porta all’agriturismo Polisena circondato dalle colline di Pontida in provincia di Bergamo. Oltre che relax, benessere e buon cibo ne abbiamo approfittato per organizzare una gita nei dintorni, precisamente al Monte Canto.

Il Monte Canto (710 metri) è separato dalle Prealpi bergamasche dalla valle San Martino. Per via della solitudine ed altitudine, il Monte Canto in passato era considerato un luogo sacro, tanto da essere ancor oggi conosciuto come il ‘monte dei frati’ per la concentrazione di monasteri, chiese e ritiri eremitici. Tra i luoghi religiosi citiamo Abbazia di Sant’Egidio a Fontanella, Santa BarbaraTassodine e Odiago, il Santuario di Ca’ De Rizzi e la Madonna di Prada a Mapello. Questi luoghi erano frequentati da Papa Giovanni XXIII, da bambino ci passava per andare a studiare a Celana.

Descrizione del percorso: Giro ad anello

L’itinerario che vi presentiamo parte proprio da Pontida, arriva in cima in corrispondenza della Chiesa di Santa Barbara e ridiscende a sud, verso la soleggiata località Fontanella, un tempo ricca di sorgenti. Da Fontanella si fa poi rientro a Pontida chiudendo il giro ad anello. Il percorso ha una durata totale di tre ore e presenta solo lievi dislivelli, per questo è ideale se camminate da poco o se come noi siete fuori forma dopo una lunga pausa.

Lungo il sentiero si incontrano vari punti di interesse: l’antica Cascina di San Bartolomeo, i ruderi del Borgo del Canto, la Chiesetta di Santa Barbara, l’Agriturismo Cavril, la splendida Abbazia di San’Egidio in Fontanella e la Pietra di Sant’Alberto. Tutti i sentieri del Monte Canto sono percorribili sia a piedi che in MTB.

Sentiero 897

La gita parte dal cimitero di Pontida (667 m) che si trova facilmente seguendo le indicazioni stradali. Ci sono diversi parcheggi disponibili e gratuiti. Una volta parcheggiata l’auto, prendiamo via Valdigerra fino ad incrociare il sentiero 897 ben indicato dal cartello. Il sentiero inizialmente, abbastanza pianeggiante, si fa via via più ripido. In circa 50 minuti conduce alla prima tappa: la Cascina San Bartolomeo (573 m). Dell’antico monastero fortificato oggi rimane solo il campanile dietro al quale si gode di un bel panorama sulla sottostante valle San Martino.

cascina san bartolomeo canto

cascina san bartolomeo

Proseguiamo in salita seguendo la segnaletica per il Borgo del Canto.

Situato sulla cresta del monte, a 644 metri di quota, nel comune di Pontida sulla via di transito fra i due monasteri benedettini di Pontida e Fontanella, il Borgo ebbe importanza per la sua posizione strategica. La proprietà ha una superficie di 27 ettari e comprende, oltre al Borgo, castagneti e boschi di latifoglie. Il Borgo era attraversato da una fitta rete di sentieri e mulattiere che dalla base del Monte consentivano di raggiungere frazioni e case isolate. Il Canto rimase abitato in maniera continuativa fino alla metà del ‘900, quando iniziò lo spopolamento che si concluse con la morte dell’ultimo abitante, il Paolí del Cant, nel 2001. Oggi quest’area è chiaramente abbandonata e viene utilizzata come area turistico-ricreativa da escursionisti e ciclisti, ma è importante conservare la memoria storica della presenza secolare dell’uomo sul Canto.

borgo del canto

Solo pochi metri separano i ruderi del Borgo dalla Chiesa di Santa Barbara. Si tratta di una graziosa chiesetta medioevale posta proprio in cima sulla dorsale. È circondata da un bel prato con alcune panchine usate sia dagli escursionisti che dai ciclisti per la pausa pranzo.

Chiesa Santa Barbara

Sentiero 891

Ci lasciamo la chiesetta alle spalle per imboccare la strada sterrata in discesa che lungo il sentiero 891 conduce all’Abbazia di Sant’Egidio.

Sentiero 891 verso Fontanella

Giada a Pontida

Seguiamo le indicazioni per Fontanella che raggiungiamo in circa 30 minuti. Questo tratto di sentiero nel territorio di Sotto al Monte è esposto al sole e circondato da vigneti. Superiamo l’Agriturismo Cavril (purtroppo chiuso a febbraio) e una fontanella in pietra non funzionante.

Fontana in pietra Canto

Proseguendo incrociamo un cartello in legno che indica Fontanella con una freccia a destra che porta su una strada in salita, ma fortunatamente notiamo che questa freccia è stata barrata con una “x” e riscritta in modo che indichi la strada in basso a destra.

Sentiero 891 Fontanella

Questa ci conduce all’Abbazia di Sant’Egidio che già dall’alto è bellissima, sembra nascere dai vigneti che la circondano. Questa abbazia millenaria è stata costruita tra il 1080 e il 1130 circa per volere del bergamasco Alberico da Prezzate che donò un appezzamento di terreno a Fontanella per edificare un monastero in onore di S. Egidio. La chiesa, sempre aperta dall’alba al tramonto, merita una visita.

Bellissima Abbazia di Sant’Egidio

Abbazia di Sant’Egidio

Sentiero 898

Dall’Abbazia procediamo seguendo il sentiero 898 verso la Pietra di S. Alberto (508 m).

Segnavia sentiero Pontida

Arrivati al bivio la segnaletica non è molto visibile, il sentiero da prendere è quello di fronte alla strada da cui arrivate identificabile dal segnavia 898 disegnato su una pietra. Camminiamo per circa 15 minuti nel bosco, fino a giungere alla pietra. Ha la forma di un sedile, modellata in questa forma per far star più comodo il Sant’Alberto che era solito riposare qui. Si dice che questo masso abbia proprietà terapeutiche per cui se ci credete sedetevi per guarire dal mal di schiena.

Pietra S. Alberto

Dalla Pietra di S. Alberto seguiamo sempre le indicazioni “Pontida” per altri 20 minuti.

Segnavia per Pontida

Superiamo prima una casa in pietra, poi alla nostra sinistra lasciamo il Casello Mazzoleni e infine giungiamo nuovamente al cimitero di Pontida da dove siamo partiti e abbiamo parcheggiato l’auto.

Dove mangiare 

Se trovate l’agriturismo Cavril aperto vi suggerirei di fermarvi lì per pranzo in quanto si trova lungo il percorso ed essendo situato in alto offre un bel panorama. Altrimenti vi suggerisco l’Osteria de Bruder di Palazzago che dista solo 6 minuti di auto dal cimitero di Pontida.

Osteria ge bruder

Immersa nel bosco della Val San Martino ai piedi del Monte Albenza, propone ricette tipiche della tradizione regionale ed italiana. Abbiamo ordinato un tagliere misto di salumi accompagnati da torta salata, polenta e insalata russa e due piatti di Casonsei Bergamaschi.

Affettati Ge bruder Pontida

Casonsei bergamaschi Osteria ge bruder

Si conclude con questo ottimo pranzo la prima gita del 2020. Il giro ad anello non è particolarmente impegnativo, il dislivello è minimo e si incontrano numerosi punti di interesse lungo il percorso.

Vi invito a guardare il video:

Potresti essere interessato a:

Condividi