Come custodisco i miei ricordi

Si dice che i ricordi siano indelebili ma con il tempo la nostra mente tende a dimenticare i dettagli. Quello che doveva essere un momento indimenticabile rischia di trasformarsi in un ricordo confuso.

Per non dimenticare gli attimi speciali della mia vita ho deciso di custodire i miei ricordi in vari modi e oggi ho intenzione di spiegarvi i metodi che utilizzo abitualmente.

Al giorno d’oggi i nostri ricordi sono prevalentemente in formato digitale, questo è un grande vantaggio in quanto possiamo spostarli e averli sempre con noi ma può essere anche un grosso rischio in quanto i dispositivi diventano obsoleti e possono rompersi da un momento all’altro.

L’importanza del backup

Le foto, i documenti e i video che voglio conservare li salvo in triplice copia sul computer, sull’hard disk esterno e su Google Drive.

In particolar modo Google Drive è molto utile in quanto permette di salvare i file online e di averli a disposizione da qualsiasi dispositivo in ogni momento, basta autenticarsi con le proprie credenziali per avere tutto a portata di un click. Lo utilizzo dai tempi della scuola e mi ci trovo benissimo. Altri programmi simili sono Dropbox e OneDrive, ma ce ne sono molti altri.

Periodicamente eseguo il backup delle foto scattate con il cellulare o la fotocamera per averne una copia di riserva e poi le trasferisco sui dispositivi sopracitati e su Google Drive.

Organizzare file e cartelle

Mi piace salvare le foto in cartelle ben organizzate in modo tale da avere una visione chiara. Ciascuna cartella la rinomino con l’anno di riferimento e all’interno creo delle sottocartelle con il nome dei mesi dell’anno, così è impossibile lasciarsi sfuggire qualcosa. Se mai dovessi recuperare un file in particolare so esattamente dove trovarlo.

Per riallacciarmi allo scorso post sul blog “Come ottimizzo il mio tempo”, vorrei farvi notare che anche in questo caso l’organizzazione è essenziale.

Personalmente, oltre a salvare i file in digitale, amo anche stampare le foto e conservarle negli album fotografici cartacei. Secondo me sfogliare un album fotografico è molto più emozionante che scorrere le foto al computer con un click del mouse. Oltre al contatto visivo, sfogliando un album cartaceo si crea un filo invisibile che lega i ricordi alle nostre dita che voltano le pagine e sembra di rivivere certi momenti. A tal proposito ho acquistato su Amazon un taccuino vintage che sto utilizzando come diario di viaggio. Lo sto decorando con le foto dei momenti incredibili che ho vissuto in giro per il mondo e per ciascuna foto scrivo delle descrizioni che mi aiutino a ricordare quello specifico momento anche tra vent’anni. Questo taccuino per me è molto speciale sia per quello che contiene che per il suo significato e lo custodisco gelosamente nel cassetto del comodino.

Un filmato è per sempre

Un altro metodo che utilizzo da circa due anni per aiutarmi a ricordare è quello di girare video che solitamente condivido anche con voi attraverso il mio canale Youtube. Ogni tanto mi capita di rivedere qualche video di qualche tempo fa e provo una sensazione stranissima, mi vedo sempre cambiata. Mi sono resa conto che tanti avvenimenti e dettagli senza l’aiuto dei video me li sarei dimenticata! Il video, al contrario della foto, consente di immortalare altri aspetti di un momento come i suoni, i rumori circostanti, le espressioni, le dimensioni, le proporzioni e molto altro così da avere un ricordo più integro.

L’ultimo metodo che ho iniziato ad utilizzare è questo blog, che racchiude in forma scritta le esperienze più importanti della mia vita e i pensieri che mi frullano per la testa.

Tutti i metodi che vi ho citato servono per ricordare attimi speciali e per avere traccia di ogni esperienza che vivo e che in qualche modo mi apre la mente e mi fa crescere.

Se non avete mai pensato all’importanza dei ricordi e non vi siete mai preoccupati di metterli al sicuro, vi consiglio di iniziare subito perché un giorno potreste pentirvene.

I ricordi fanno le persone e io non voglio perdermene uno!

 

Condividi

Lascia un commento