5 cosa da fare a Bangkok

Bangkok è una metropoli in cui è impossibile annoiarsi e se è la prima volta che la visitate vi suggerisco le 5 cose da vedere assolutamente.

Chatuchak Market

Il Chatuchak Market è un mercato tradizionale che si svolge a Bangkok nel fine settimana. È aperto il sabato e la domenica dalle 09:00 alle 18:00 e il venerdì dalle 18:00 alle 24:00. Vi garantiamo che alcune sezioni dell’impianto sono aperte anche il mercoledì e il giovedì dalle 07:00 alle 18:00, infatti dal momento che non ci saremmo fermati a Bangkok nel weekend abbiamo deciso di visitare il mercato in settimana.

Per raggiungerlo siamo saliti sulla Skytrain (BTS) fino alla stazione di Mo Chit, abbiamo preso l’uscita n ° 1 e proseguito fino a vedere file di bancarelle di tela che vendono vestiti. Abbiamo poi girato a destra trovandoci all’ingresso che conduce al mercato (sezione abbigliamento).

Bancarelle a non finire e viuzze strette vi faranno letteralmente perdere all’interno del mercato. Per orientarvi meglio potete prendere come riferimento la passerella principale che circonda l’intero mercato e poi seguire i vari vicoli numerati chiamati Soi che vanno dal numero 1 al numero 27.
Potete anche utilizzare la mappa del mercato per cercare di seguire un ordine logico e visitarlo tutto o quasi. Non abbiamo mai visto un mercato del genere se non a Bangkok, è davvero enorme e differente da quelli che si trovano in Italia o da quelli che abbiamo visitato nei nostri viaggi.

A caccia di affari

Qualsiasi cosa che si può immaginare, a Chatuchak si può trovare.
Sono convinta che come noi rimarrete estasiati dalla varietà di merci, che sono suddivise in ben 11 categorie:

  • Abbigliamento e accessori (sezioni 2-6, 10-26);
  • Artigianato (sezioni 8,11);
  • Ceramiche (sezioni 11, 13, 15, 17, 19, 25);
  • Decorazioni per la casa (sezioni 1, 3, 4, 7, 8);
  • Alimentari e bevande (sezioni 2, 3, 4, 23, 24, 26, 27);
  • Piante e attrezzi da giardinaggio (sezioni 3,4);
  • Arte e Galleria (sezione 7);
  • Animali domestici e accessori per animali da compagnia (sezioni 8, 9, 11, 13);
  • Libri (sezioni 1, 27);
  • Oggetti d’antiquariato e da collezione (sezioni 1, 26);
  • Indumenti vari e usati (sezioni 2, 3, 4, 5, 6, 22, 25, 26).

Rispolverate le vostre abilità di negoziazione perché al Chatuchak Market si può contrattare ed è il luogo ideale per la caccia agli affari. Un grande sorriso e un atteggiamento amichevole con i venditori possono essere degli ottimi alleati.

Chatuchak_Weekend_Market_Soi

Shopping Mall

A Bangkok ci sono tantissimi centri commerciali che oltre allo shopping e al buon cibo offrono aria fresca e posti per sedersi e rilassarsi.
Tra i vari centri commerciali, tutti raggiungibili tramite la BTS, quello che ci ha maggiormente colpito è il Terminal 21.
Non è il più grande ma ci ha attirati per il suo design e layout particolare: ogni piano prende il nome da una parte diversa del mondo, completa di icone locali. Semplicemente usando una scala mobile si possono visitare i Caraibi, San Francisco, Tokyo, Roma, Parigi e Londra. Il tema generale, come si intuisce dal nome Terminal 21, è quello di un aeroporto infatti gli ingressi si chiamano “Gate” e le destinazioni sono indicate come “Partenze”. Ci sono sia i classici negozi di marca sia 44 punti vendita con prodotti locali thailandesi. Non mancano i ristoranti per mangiare, dal messicano al giapponese fino alla tradizionale cucina thai.
Meritano una visita anche i seguenti centri commerciali:

  • MBK, che vende imitazioni di abbigliamento e scarpe di marca a buon mercato;
  • Siam Paragon, uno dei più grandi centri commerciali dell’Asia con un cinema multiplex, il Siam Ocean World che è il più grande acquario del sud-est asiatico, una pista da bowling, una sala da concerto e naturalmente il gigantesco centro commerciale multi-piano con negozi di lusso;
  • Centralworld, situato vicino al Siam Paragon, rimane ancora uno dei migliori negozi di shopping in Thailandia ed è il terzo più grande complesso commerciale in Asia.

Terminal 21 Bangkok

Visita ai Templi

Il Palazzo Reale

Situato nel cuore di Bangkok, il Grand Palace era un’antica residenza per il re Rama I e il re Rama V del regno di Rattanakosin. Oggi il luogo è utilizzato per ospitare cerimonie reali e accogliere gli ospiti del re, gli ospiti dello stato e altri dignitari stranieri.

Il Palazzo Reale è diviso in due zone principali: il Tempio del Buddha di Smeraldo e la residenza reale.

Il Tempio del Buddha di Smeraldo (ufficialmente conosciuto come Wat Phra Sri Rattana Satsadaram) è considerato il più importante tempio buddista della Thailandia. Al suo interno ospita una stata di Buddha meticolosamente scolpita da un singolo blocco di giada.

grand palace bangkok

buddha di smeraldo

Il Wat Pho

Wat Pho (il Tempio del Buddha sdraiato) si trova poco distante dal Tempio del Buddha di Smeraldo ed è un must per chi visita per la prima volta Bangkok. È uno dei più grandi complessi di templi della città ed è famoso per il suo gigantesco Buddha sdraiato che misura 46 metri di lunghezza, è ricoperto di foglie d’oro e ha i piedi splendidamente intarsiati con madreperla scolpita con segni sacri. Suggeriamo di visitare il Wat Pho dopo aver visitato il Palazzo Reale perché, oltre ad ammirare il Buddha d’oro, potete rilassarvi girovagando per il resto del complesso. Questo è anche un ottimo posto per provare un massaggio tradizionale thailandese.

 

Wat Pho

reclining buddha wat pho

Asiatique The Riverfront

Asiatique The Riverfront è un grande centro commerciale a cielo aperto che sorge lungo il fiume Chao Phraya.
L’Asiatique è costruito intorno ad un vecchio molo dove veniva stoccato il prezioso legname proveniente dalle foreste thailandesi prima di prendere il largo verso l’occidente.
L’attrazione più amata è l’enorme ruota panoramica da cui si gode di una bella vista della città. Le bancarelle e i negozi del complesso vendono di tutto, da abiti a souvenir tradizionali.

L’Asiatique è aperto al pubblico di sera e per raggiungerlo si può prendere la BTS (skytrain) fino alla stazione Saphan Taksin e poi proseguire a piedi per 2 minuti verso il fiume. Qui si può salire su un traghetto gratuito per Asiatique The Riverfront. Il tragitto è di 15 minuti e la barca parte dalla stazione Saphan Taksin ogni 20 minuti a partire dalle 16:30. L’ultima barca parte dal molo Asiatique verso Saphan Taksin alle 23:30. Oppure, come abbiamo fatto noi, si può raggiungere chiedendo un passaggio ad un tuc in cambio di poche rupie.

asiatique the riverfront

Khao San Road

Khao San Road è una via molto famosa a Bangkok che merita una visita seppur sia prevalentemente turistica. Fa parte di Rattanakosin ed è uno dei quartieri più antichi di Bangkok.
È la meta preferita dei backpackers perché è un ottimo luogo dove incontrare persone. Lungo la via ci sono negozi, bancarelle e parecchi ristoranti. Qui si incontrano donne vestite con costumi tradizionali delle tribù delle colline che camminano su e giù per la strada tutto il giorno producendo il gracidante suono delle loro rane ornamentali.
Non mancano gli stand che vendono insetti (ragni, vermi, scorpioni…) che da quel che abbiamo capito guardando i prezzi sono una prelibatezza.
Non abbiamo avuto il coraggio di mangiarli, ma se ve la sentite qui è il posto giusto per assaggiarli.

khao san road insetti

Cliccando qui trovate il racconto completo della nostra vacanza in Thailandia, mentre di seguito trovate i video relativi a Bangkok.

Condividi

Lascia un commento