Escursione al Rifugio Fuciade – Val di Fassa

Soprannominate “Monti Pallidi” per il caratteristico colore chiaro quasi di ghiaccio della roccia, le Dolomiti, dichiarate patrimonio naturale dall’Unesco, sono il motivo principale per cui troviamo in Trentino Alto Adige.
Così durante la nostra permanenza a Moena in Val di Fassa abbiamo organizzato un’escursione nella splendida conca di Fuciade, nelle Dolomiti di Fassa. Abbiamo in programma una passeggiata non troppo impegnativa fino al Rifugio Fuciade.

Dall’hotel Dolomiti di Moena arriviamo in auto a Passo San Pellegrino, un valico alpino delle Dolomiti posto a quota 1.918 m s.l.m. che è il nostro punto di partenza.

Posteggiamo l’auto gratuitamente in un ampio spiazzo denominato Parcheggio Chiesetta, nei pressi dell’impianto di risalita di San Pellegrino.

Il sentiero fino al Rifugio Fuciade

Scendiamo dall’auto e costeggiamo la strada stando attenti alle macchine, fino a imboccare la stradina asfaltata sulla sinistra che sale verso l’Albergo Miralago.

SENTIERO FINO AL RIFUGIO FUCIADE

Dopo l’albergo, inizia il sentiero su mulattiera n. 607, ben segnalato, che conduce in circa un’ora alla nostra meta, il Rifugio Fuciade.

SEGNAVIA RIFUGIO FUCIADE

FINO AL RIFUGIO FUCIADE

Proseguiamo tra freschi boschi e a circa metà percorso ci imbattiamo in delle sculture di legno che raffigurano abitanti fiabeschi del bosco e si integrano perfettamente al contesto naturalistico di cui fanno parte. Mi sono divertita a leggere le informazioni scritte sul leggio situato accanto ad ogni scultura perché mi hanno fatto scoprire curiosità interessanti sugli abitanti del bosco. La scultura nella prima foto, che tra quelle viste è la mia preferita, rappresenta “La Vivana”, una bellissima donna paragonabile a una ninfea che vive nel bosco o vicino a laghi e ruscelli di montagna. Gentile e disponibile nei confronti degli uomini, è dotata della capacità di prevedere il futuro. É immortale e comprende il linguaggio delle civette le quali portano a lei notizie provenienti da ogni dove.

SCULTURA IN LEGNO RIFUGIO FUCIADE

SCULTURE LEGNO SENTIERO RIFUGIO FUCIADE

Proseguiamo lungo il sentiero, attraversando verdi prati e superando piccole baite di montagna.

SENTIERO PANORAMICO RIFUGIO FUCIADE

Di tanto in tanto ammiriamo il panorama che si apre su Pale di San Martino e sul Col Margherita, sulle montagne che circondano la conca di Fuciade e la vicina Valfredda.

CONCA DI FUCIADE

Il sentiero è facile dall’inizio alla fine e senza particolari pendenze, non richiede sforzi eccessivi o allenamento, per questo e adatto anche ai bambini o alle persone con lievi disabilità motorie.

Superiamo altre piccole baite fino a intravedere il Rifugio Fuciade posto in incantevole posizione panoramica e circondato da verdi prati fioriti che ci invitano a distenderci!

giada rifugio fuciade

giada e chri prato rifugio fuciade

La conca naturale di Fuciade è famosa in quanto ha ospitato concerti musicali importanti: l’eco della musica d’autore, data la particolare acustica, risuona sulle splendide vette dolomitiche che fanno da cornice al Passo San Pellegrino, in Val di Fassa.

giada e chri rifugio fuciade

Il Rifugio Fuciade

Finalmente si è fatta ora di pranzare al Rifugio Fuciade e di assaggiare qualche prodotto tipico della zona!

RIFUGIO FUCIADE CONCA DI FUCIADE

All’esterno del rifugio notiamo subito la teca di vetro contenente una riproduzione dell’Om Selvadegh, mitica creatura dei boschi secondo le leggende locali.

Entrando proviamo una sensazione piacevole, ci sembra subito molto accogliente. Il menu propone piatti tipici della zona, alcuni molto ricercati e invitanti. Ordiniamo uno stinco di vitello con contorni vari da dividere.

Stinco di Vitello Rifugio Fuciade

È tutto squisito, le porzioni sono abbondanti e la qualità del cibo ci sembra in linea con i prezzi.

Sia che siate di passaggio per un pasto veloce o che vogliate provare i sapori semplici e curati della tradizione ladina, vi consiglio una sosta al Rifugio Fuciade, non potrà che rendere ancora più speciale la vostra vacanza in Val di Fassa!

Se volete passare qualche giorno qui, immersi nel magico silenzio delle Dolomiti, il rifugio dispone di alcune camere.
Circondato dalla catena del Costabella e con una vista mozzafiato sulle Pale di San Martino e sul Col Margherita, è il luogo ideale come punto di partenza per escursioni estive di tutti i tipi, dalle più facili alle più temerarie.
Nella stagione invernale invece se volete spingervi oltre il rifugio dovete valutare con attenzione il percorso in base alle condizioni della neve e del rischio valanghe.

Panorama Rifugio Fuciade

Se siete alla ricerca di un’escursione semplice ma capace di regalarvi grandi emozioni tra le Dolomiti, questa fa proprio al caso vostro.

Vi consiglio assolutamente questa gita in Val di Fassa, alla portata di tutta la famiglia, che da Passo San Pellegrino conduce al Rifugio Fuciade. Serve di più per convincervi a venire in questo posto spettacolare? Guardate il video qui sotto!

Potrebbero interessarti anche:

Condividi