Parco Grotta Cascata del Varone

Il Parco Grotta Cascata del Varone è un piccolo parco situato vicino a Riva del Garda che offre sostanzialmente due attrazioni: la sontuosa cascata e il giardino botanico.

Durante il nostro soggiorno di qualche giorno in un campeggio del Lago di Garda, da amanti della natura, abbiamo colto l’occasione per esplorare i dintorni e organizzare una visita al Parco Grotta Cascata del Varone.
Dal Veneto ci siamo spostati in auto fino alla provincia di Trento, precisamente nel comune di Tenno, per visitare la Cascate del Varone che prende il nome dall’omonima frazione di Riva del Garda situata a poca distanza.

Essa è originata dal torrente Magnone, che scorre sotto la valletta di Ravizze e scende verso il Lago di Garda. Le sue acque sono alimentate dalle perdite sotterranee del lago di Tenno che per un breve tratto si addentra nella montagna arrivando poi a formare la cascata.

Abbiamo parcheggiato l’auto gratuitamente nei pressi dell’entrata, dopodiché abbiamo acquistato il biglietto al costo di 6€ a persona e abbiamo iniziato il percorso alla scoperta della cascata.

Lungo il sentiero si ammira un’incredibile varietà di piante e fiori colorati, che catturano inevitabilmente l’attenzione.

fiori cascata del varone

Si arriva ad un spazio aperto con alcune passerelle e un ponticello sotto il quale scorre la prima cascata, immersa nel verde e circondata da fiori dalle mille sfumature di rosa.

cascata del varone

La Grotta Inferiore

Un cartello indica l’entrata della Grotta Inferiore,  imbocchiamo la strada sinuosa che si addentra nella grotta. Una passerella conduce all’interno della gola selvaggia, snodandosi in una serie di curve scavate dentro la montagna.

All’interno della grotta la temperatura è bassa e umida nonostante fuori faccia molto caldo, consigliano infatti di indossare una felpa. La camminata è suggestiva ed è il risultato di un lavoro della natura durato la bellezza di 20.000 anni.

Alla fine della passerella si ammira la cascata illuminata da alcuni faretti che cambiano colore e le conferiscono un aspetto fiabesco, domina il rumore dell’acqua che precipita impetuosa in uno spazio esiguo e rilascia degli spruzzi e un sottile pulviscolo acqueo che rendono l’atmosfera quasi surreale.

cascata grotta inferiore

 

La Grotta superiore

Conclusa questa prima parte della visita alla cascata, si lascia la Grotta Inferiore per salire alla Grotta Superiore.

Durante la salita si giunge ad un view point dal quale si può vedere dall’alto la vallata circostante e il giardino Zen del parco, estremamente curato e circondato da vetrate per impedire ai visitatori di calpestarlo.

Giardino cascate del varone

I lati del sentiero sono un vero e proprio giardino botanico che renderanno la salita più interessante e meno faticosa. Sono presenti una miriade di specie di piante tanto che è impossibile elencarle tutte!

In realtà la salita non è nulla di impegnativo, consiste in un’ampia scalinata lungo la quale sono situate anche delle panchine e dei cartelli scritti in varie lingue che spiegano alcune curiosità sulle cascate.

Infine si giunge alla Grotta Superiore: il punto di accesso è un tunnel completamente scavato nella roccia che conduce alla fine della gola. Qui è presente una struttura in metallo che permette di ammirare la cascata dall’alto.

grotta

La grotta e la cascata si trovano all’interno di un parco naturale privato, conservatosi intatto nel corso del tempo, grazie al lavoro di manutenzione e di cura di coloro che se ne sono occupati negli anni. Inizialmente, infatti, non esistevano i sentieri che oggi permettono di addentrarsi e arrampicarsi lungo la montagna e la cascata non era visitabile, se non risalendo il torrente direttamente nell’acqua oppure osservandola dall’alto appesi a delle corde.

Oggi, grazie ai sentieri, ai ponticelli, alle balaustre e alla scala a tornanti, questo imponente spettacolo della natura è visitabile da tutti.

La visita alle Cascate del Varone prevede più punti di osservazione da cui si possono godere diverse scenografie, per questo merita una visita se siete alla ricerca di una gita in zona che sia poco impegnativa.

Condividi

Lascia un commento